Istat, fiducia imprese: cala manifatturiero, migliora costruzione

25 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – In Italia, l’indice composito del clima di fiducia delle imprese in base 2010=100, è salito a febbraio a 103,1 da 101,4.

E’ quanto ha reso noto l’Istat, precisando nel guardare ai sottoindici il calo del clima di fiducia delle imprese nel settore manifatturiero, da 103,0 a 102,0. La fiducia è stata stabile nel settore dei servizi di mercato (10.6), mentre è migliorata in quello delle costruzioni e del commercio al dettaglio, rispettivamente a 119,3 e 106,5.

L’Istat ha messo in evidenza che, tra le imprese manifatturiere, è stato rilevato un peggioramento della fiducia verso gli ordini e la produzione, con i sottoindici passati rispettivamente a -14 e a 9 punti.

Nelle costruzioni sono migliorati sia i giudizi sugli ordini e/o piani di costruzione sia le attese sull’occupazione (a -35 da -39 e a -7 da -10, rispettivamente).

Nei servizi aumentano sia i giudizi sia le attese sugli ordini (a 7 da 6 e a 7 da 4, rispettivamente) mentre peggiorano le attese sull’andamento dell’economia italiana (a 5 da 8).

Nel commercio al dettaglio ha recuperato il saldo dei giudizi sulle vendite correnti (a 13 da -1), menntre è calato quello relativo alle attese sulle vendite future (a 18 da 25); giù i giudizi sulle scorte di magazzino (a 4 da 11).