Istat: edilizia residenziale ancora nella morsa della crisi

19 Settembre 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – In crisi la produzione edilizia residenziale nel nostro Paese, come rivela l’Istat secondo cui nel secondo semestre 2015 gli indicatori dei titoli abilitativi alle nuove costruzioni sono rispettivamente a -14,5% per le abitazioni e -12,3% per la superficie utile abitabile.

In calo nel terzo trimestre 2015 il numero di unità abitative nei nuovi fabbricati residenziali, con una variazione tendenziale del -10,4%. Registra invece un rilevante aumento l’edilizia non residenziale che si attesta intorno al 21,7%, proseguendo la tendenza positiva iniziata nel secondo trimestre 2015. Di segno opposto i numeri che si registrano in Germania, secondo un report di MonitorImmobiliare, in base al quale nel primo semestre 2016 sono stati 182.800 i permessi di costruire appartamenti, un aumento del 30,4% su base annua. I motivi del boom sono da ricercarsi nei tassi d’interesse a minimi storici e la necessità di accogliere centinaia di migliaia di profughi.