Istat: disoccupazione in calo nel trimestre, salgono gli inattivi

12 Dicembre 2018, di Alessandra Caparello

Occupazione stabile nel terzo trimestre del 2018 rispetto a quello precedente secondo quanto scrive oggi l’ISTAT, secondo cui il tasso  rimane  al 58,7%, a sintesi di un aumento tra gli uomini (+0,1 punti) e della diminuzione tra le donne (-0,2 punti).

Dal lato dell’offerta di lavoro,  il numero di persone occupate diminuisce rispetto al trimestre precedente (-52 mila, -0,2%), a seguito del calo dei dipendenti permanenti e degli indipendenti non compensato dall’ulteriore aumento dei dipendenti a termine. Il tasso di occupazione rimane stabile al 58,7%. L’andamento tendenziale mostra una crescita di 147 mila occupati (+0,6% in un anno), dovuta ai dipendenti a termine e agli indipendenti (+316 mila e +53 mila, rispettivamente) a fronte del calo dei dipendenti a tempo indeterminato (-222 mila). Persiste da sedici trimestri inoltre l’incremento degli occupati a tempo pieno; diminuiscono i lavoratori a tempo parziale, ad eccezione della componente involontaria per la quale l’incidenza sale al 64,0% (+2,9 punti) dei lavoratori a tempo parziale e all’11,6% del totale degli occupati.

Guardando al tasso di disoccupazione inoltre, questo diminuisce in termini congiunturali per il secondo trimestre consecutivo portandosi al 10,2% (-0,5 punti). Il tasso di inattività sale al 34,5% (+0,4 punti) in tre mesi.