Istat: disoccupazione giovanile ai minimi da 5 anni

2 Maggio 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – In calo il tasso di disoccupazione giovanile a marzo secondo i dati provvisori dell”Istat. Il calo è di 0,4 punti al 34,1 per cento, il dato più basso da febbraio 2012, ossia da 5 anni.

Risale invece, sempre nel mese di marzo, la disoccupazione in generale che tocca l’11,7% con un aumento di 0,1 punti rispetto a febbraio e di 0,2 punti rispetto a marzo 2016.

Nei primi tre mesi del 2017 si registra una crescita degli occupati rispetto al trimestre precedente (+0,2%, pari a +35 mila), grazie all’aumento dei dipendenti sia permanenti sia a termine.

Cresce a marzo la stima delle persone in cerca di occupazione segnando sul mese +1,4%, pari a +41 mila, soprattutto per gli uomini e in maniera prevalente gli ultracinquantenni. Cala la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni a -0,2%, pari a -34 mila. Il calo si concentra tra gli uomini, mentre sono in lieve crescita le donne e coinvolge tutte le classi di età ad eccezione delle persone ultracinquantenni.