Istat: deficit peggiora. Pressione fiscale in calo, cresce reddito disponibile famiglie

5 Gennaio 2017, di Laura Naka Antonelli

“Nel terzo trimestre del 2016 l’indebitamento netto della Pubblica Amministrazione in rapporto al Pil è stato pari al 2,1%, in lieve peggioramento (+0,1 punti percentuali) rispetto allo stesso trimestre del 2015”, mentre l’avanzo primario di bilancio pubblico (indebitamento al netto degli interessi) è stato pari all’1,7% rispetto all’1,9% del corrispondente periodo dello scorso anno. I dati sono stati resi noti dall’Istat.

Positivo anche il saldo corrente pari allo 0,8% del PIL. rispetto all’1,5% del corrispondente trimestre dello scorso anno.

La pressione fiscale è stata pari al 40,8%, segnando una flessione di 0,2 punti percentuali su base annua, mentre il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è salito su base trimestrale dello 0,2%. Consumi in rialzo dello 0,3%.

Dal report emerge che la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici è stata pari al 9,3%, in ribasso di 0,1 punti percentuali su base trimestrale.

In presenza di un incremento congiunturale dello 0,2% del deflatore implicito dei consumi delle famiglie, il potere d’acquisto delle famiglie è aumentato dello 0,1%.