Intesa SanPaolo in rally, assist anche da Citigroup. Sell su Generali

27 Febbraio 2017, di Laura Naka Antonelli

Boom del titolo di Intesa SanPaolo che, dopo la decisione di fare dietrofront su Generali, inizialmente non fa prezzo, segnando un balzo teorico +6%, per poi entrare nelle contrattazioni e confermare il rally.

La banca guidata da Carlo Messina ha diramato una nota in cui si legge che, dopo aver “completato le valutazioni di ipotesi riguardanti possibili combinazioni industriali” con Generali e “alla luce delle analisi condotte in base alle informazioni allo stato pubblicamente disponibili”, Intesa SanPaolo dichiara di “non aver individuato opportunità rispondenti ai criteri di creazione e distribuzione di valore per i propri azionisti, in coerenza con l’obiettivo di mantenimento della leadership di adeguatezza patrimoniale”.

I mercati apprezzano la decisione, mentre penalizzano Generali, su cui si sgonfia del tutto l’appeal speculativo.

A Piazza Affari e in particolare sul Ftse Mib, si scatenano gli smobilizzi sul titolo del Leone di Trieste, che registra una flessione superiore a -4%, a 13,51 euro, mentre Intesa SanPaolo avanza di oltre +5%, a 2,182 euro.

Occhio al giudizio positivo di Citigroup su Intesa SanPaolo, con il colosso di Wall Street che ha confermato il rating buy e il prezzo obiettivo a 2,7 euro.