Inflazione Eurozona ferma allo 0,1%, urgente azione Bce

2 Dicembre 2015, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Come ampiamente tenuto, l’inflazione dell’Eurozona è rimasta ingessata nel mese di novembre, con l’indice dei prezzi al consumo che è salito di appena +0,1% su base annua. Il dato è stato anche lievemente inferiore alle attese degli economisti, che avevano previsto un incremento +0,2%.

L’indicatore conferma come l’economia dell’Eurozona sia ben lungi dall’essere salva dalla minaccia della deflazione, e dunque alimenta ulteriormente le speculazioni su un nuovo intervento di politica monetaria ultra espansiva da parte della Bce, che si riunirà nella giornata di domani.

Altra indicazione negativa arriva dalla inflazione core – inflazione che esclude i prezzi energetici, del tabacco e alimentari – che è salita su base annua solo dello 0,9%, al di sotto del tasso di crescita 1,1% di ottobre. Ciò significa che non solo l’inflazione non sta salendo, ma che sta anche rallentando.