Inflazione ai massimi, scende la ricchezza reale: alert dell’investitore miliardario Ray Dalio

12 Novembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

L’inflazione Usa è salita a livelli record con un aumento su base annua oltre le attese che non si vedeva dal 1999. E il rialzo del carovita preoccupa investitori e non. Tra le fila dei primi voce autorevole è quella del miliardario Ray Dalio secondo cui l’inflazione sta facendo scendere la ricchezza reale.

Alert Ray Dalio: occhio alla ricchezza

Dalio ha così avvertito i suoi seguaci che l’aumento dei valori di portafoglio non significa in realtà una ricchezza crescente. “Alcune persone commettono l’errore di pensare che stanno diventando più ricchi perché stanno vedendo i loro beni salire di prezzo senza vedere in verità come il loro potere d’acquisto viene eroso”, ha scritto Dalio in un post su LinkedIn. “I più danneggiati sono quelli che hanno i loro soldi in contanti”.

“In questo momento c’è molta più ricchezza finanziaria di quella che potrà mai essere convertita in ricchezza reale, quindi deve essere svalutata. Quando vedete la vostra ricchezza finanziaria salire, come sta accadendo ora, non pensate che state guadagnando ricchezza reale quando il vostro potere d’acquisto sta scendendo”. Dalio, il miliardario fondatore di Bridgewater Associates, mentre le banche centrali stampavano denaro, è diventato famoso per aver sottolineato come ci siano beni migliori da tenere da parte rispetto al contante e in periodi di aumento dei prezzi, sostiene che in realtà è più importante guardare a ciò che si può comprare con quei soldi.

“Quando si crea molto denaro e credito, il loro valore scende, quindi avere più denaro non darà necessariamente più ricchezza o potere d’acquisto”, ha scritto Dalio, aggiungendo che la ricchezza reale diventa una funzione della capacità produttiva nel tempo. “Stampare denaro e darlo via non ci renderà più ricchi se il denaro non è diretto ad aumentare la produttività”.

“Non c’è un individuo, un’organizzazione, un paese o un impero che non abbia fallito quando ha perso il suo potere d’acquisto”, ha scritto Dalio. “Gli Stati Uniti ora stanno spendendo molto più denaro di quello che guadagnano e lo pagano stampando denaro che si sta svalutando. Per migliorare dobbiamo aumentare la produttività e la cooperazione. In questo momento siamo sulla strada sbagliata”. “Spendere soldi in investimenti e infrastrutture piuttosto che in consumi tende a portare ad una maggiore produttività, quindi gli investimenti sono un buon indicatore di prosperità. D’altra parte, stampare denaro e distribuirlo senza essere produttivi non aumenterà la ricchezza”. “La storia dimostra che quando un individuo, un’organizzazione, un paese o un impero spende più di quello che guadagna, la miseria e la turbolenza sono in vista”.