Immobiliare Usa: prezzi case in crescita, ma il ritmo rallenta

26 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Notizie dai toni chiaro-scuri per il mercato immobiliare Usa. Diffuso l’indice sui prezzi delle case S&P/Case Shiller Home Price index, da cui è emerso che nel mese di febbraio i prezzi delle 20 principali città degli Stati Uniti sono saliti su base annua del 5,4%, appena al di sotto del +5,5% atteso dal consensus, e inferiore al -5,7% di gennaio. Il ritmo di crescita è stato il più debole, su base annua, dal settembre del 2015.

Su base mensile, i prezzi delle case sono saliti soprattutto a Seattle e San Francisco, mentre, sempre su base mensile, New York ha assistito alla flessione più forte.

Il dato composite delle principali 10 città degli Usa è salito +4,6% su base annua, meno del rialzo +5% di marzo.

Il ritmo di crescita è insomma rallentato in generale, come ha confermato David M- Blitzer, presidente dell’Index Committee presso S&P Dow Jones Indices.

“I prezzi delle case continuano a salire a un ritmo doppio rispetto a quello dell’inflazione, ma il ritmo (di crescita) si sta smorzando, come dimostra la maggior parte degli ultimi numeri. I dati su base annua che riguardano sia l’indice per le 10 principali città che quello per le 20 hanno rallentato il passo, e su 20 città 13 hanno mostrato trend su base annua più lenti rispetto all’ultimo mese.