ILO: nel 2016 oltre 40 milioni gli “schiavi moderni”

19 Settembre 2017, di Mariangela Tessa

Sarebbero più di 40 milioni gli “schiavi moderni” e circa 152 milioni di bambini impiegati come lavoratori forzati. Sono previsioni conservative per il 2016 delineate dagli ultimi due rapporti, diffusi oggi, dall’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo), in collaborazione con Walk Free Foundation e con l’Organizzazione internazionale per le migrazioni.

Secondo gli esperti, nel 2016 almeno 40,3 milioni di persone sono state rese schiave da lavoro forzato, sfruttamento sessuale o negli impieghi domestici. Per quanto riguarda i minori – tra i 5 e i 17 anni – costretti a lavorare, il numero maggiore si trova in Africa (72,1 milioni), seguito dalla regione Asia-Pacifico (62 milioni).