Il Fmi taglia di cinque decimali le previsioni sulla crescita del Pil italiano

9 Aprile 2019, di Alberto Battaglia

Il Fondo monetario internazionale ha aggiornato al ribasso le stime di crescita per il Pil italiano, portandole dal +0,6% di gennaio al +0,1% attuale. La revisione è stata giustificata sulla base della “debole domanda interna mentre i rendimenti restano elevati”. Invariata invece la previsione per il 2020, del +0,9%.

Rivista al ribasso, sebbene in misura inferiore, anche la stima di crescita globale, portata dal 3,5 al +3,3% per il 2019; anche in questo caso, permane la previsione al +3,6% relativa al 2020.