Guerra commerciale fa paura: crollano mercati asiatici

19 Giugno 2018, di Mariangela Tessa

Seduta di vendite sui mercati asiatici, che affonda sotto il peso dell’intensificarsi delle tensioni sugli scambi commerciali tra Usa e Cina. L’indice Nikkei della Borsa di Tokyo è sceso dell’1,77% (-401,85 punti) a 22.278,48 e l’indice Topix l’1,55% (-27,51 punti) a 1.743,92.

Shanghai perde il 3,31%, Shenzhen il 5,10%, Hong Kong il 2,72%. Cali sopra al punto e mezzo percentuale invece per Tokyo e e Seul. Sydney è l’unica che riesce a restare a galla muovendosi intorno alla parità.

L’oro è in rialzo con il lingotto con consegna immediata che guadagna lo 0,5% a 1.283,7 dollari l’oncia. Mentre il petrolio, con i vertice Opec di venerdì che potrebbe allentare i limiti alla produzione, scende a 65,4 dollari al barile. Anche l’Europa è vista in calo. Sotto la lente della giornata i lavori del forum della Bce a Sintra, in Portogallo, con l’intervento del presidente, Mario Draghi.