Grecia: da Tsipras nuove tasse, anche sul vino. E la maggioranza perde pezzi

20 Novembre 2015, di Alberto Battaglia

Le riforme necessarie alla Grecia per assicurarsi l’accesso ai prestiti internazionali  hanno guadagnato ieri l’approvazione del parlamento, ma la maggioranza guidata da Alexis Tsipras ha perso due elementi, passando da 155 a 153.

Fra i punti cruciali del pacchetto votato ieri, nuove tasse sul vino e norme più dure sui pignoramenti.

La giustificazione di Atene in merito a questo nuovo corso politico, tacciato d’incoerenza dai critici, è quella di concludere al più presto i termini dell’accordo con i creditori per poi portare sul tavolo il piatto fondamentale: l’alleggerimento dei debiti.