Glencore: riduzione del debito migliore dei taget, titolo accelera

10 Dicembre 2015, di Alberto Battaglia

La compagnia di estrazione mineraria Glencore ha annunciato ulteriori riduzioni del debito netto, stimandone l’entità per la fine dell’anno in una cifra compresa fra i 18 e i 19 miliardi di dollari a fronte di un target precedente di 20 miliardi.

Glencore, che rientra nel numero delle società più colpite dal calo dei prezzi delle materie prime, è finita sotto pressione da parte delle agenzie di rating per ribassare il suo debito netto di 30 miliardi, uno dei più elevati del settore. Il Ceo, Ivan Glasenberg ha dichiarato che che Glencore ha già tagliato il suo debito di 8,7 miliardi e che continuerà su questa via anche con lo scenario attuale e prezzi delle commodities ancora più bassi.

Il piano di riduzione del debito della società include vendite di asset, riduzione della spesa in conto capitale, la sospensione della distribuzione dei dividendi e la raccolta di 2,5 miliardi di capitale equity. Il titolo guadagna anche il 10% oggi alla Borsa di Londra.