Gigante del commercio mondiale: utili collassano -90% nel trimestre

12 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

Møller Mærsk, società danese attiva nei trasporti marittimi e nell’energia, ha chiuso il secondo trimestre deludendo le previsioni sugli utili, a causa della profonda crisi dei settori chiave in cui opera l’azienda. L’utile netto è stato di 101 milioni di dollari a fronte di una previsione a 196 milioni: rispetto ai risultati di un anno fa, quando gli utili erano stati 1.069 milioni il calo è intorno al 90%. Gli utili attesi per fine anno restano abbondantemente al di sotto dei 3,1 miliardi del 2015.
“Se si guarda al mercato in generale, i tassi sono ai minimi storici, così quello dei trasporti è sotto pressione… ma se guardiamo a noi stessi, abbiamo anche il minor costo per box consegnato”, ha detto a Cnbc il Cfo di Maersk Group, Trond Westlie, citando il problema dei bassi tassi di nolo.
Al momento le azioni della Møller Mærsk sono in rialzo del 3,59%.