“GB resti nella Ue”. Lo dice l’ad di JP Morgan, Jamie Dimon

8 Aprile 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Pur avendo bollato l’Unione Europa come “burocratica e inefficiente”, l’amministratore delegato di JP Morgan, Jamie Dimon, ritiene che la Gran Bretagna debba rimanerne un membro. “L’alternativa potrebbe essere altamente dannosa” ha detto il numero uno della banca americana nella sua lettera annuale agli azionisti, avvertendo che la Brexit potrebbe portare alla disgregazione della UE.