Gam chiude il 2019 con redditività in calo

20 Febbraio 2020, di Mariangela Tessa

Gam Holding AG ha chiuso il 2019 con un utile pre-tasse di 10,5 milioni di franchi svizzeri (9,8 milioni di euro), in ribasso dai 126,7 milioni di franchi del 2018. L’utile per azione diluito sottostante è pari a 0,03 franchi svizzeri nel 2019, in calo rispetto ai 0,63 franchi dell’anno prima. Le perdite nette, calcolate secondo i principi IFRS, si attestano a 3,5 milioni di franchi svizzeri, rispetto ai 916,8 milioni registrate nel 2018.

Forte sovraperformance degli investimenti: nel 2019, il 78% delle masse in gestione (AuM) dell’investment management ha sovraperformato il benchmark di riferimento a 5 anni e il 74% a 3 anni (in rialzo dal 63% e 66% nel 2018). Le masse gestite dell’investment management sono calate da 56,1 miliardi a 48,4 miliardi. Ma nel private labelling sono salite dell’11% da 76,1 a 84,3 miliardi.

Il Group Management Board (GMB) non riceverà alcun bonus per il 2019 e il CEO Peter Sanderson ha richiesto di rinunciare al premio contrattuale fisso in contanti dovuto quest’anno. Il Consiglio di Amministrazione (BoD) proporrà di non distribuire dividendi per l’esercizio finanziario 2019.