Francia, Barclays: problema per i mercati sono le legislative di giugno

4 Maggio 2017, di Daniele Chicca

Gli analisti di Barclays osservano come per i mercati finanziari i timori legati all’elezioni in Francia non riguardano tanto il voto di domenica quanto piuttosto le legislative di giugno. Un’instabilità di governo è da mettere in conto visto che Emmanuel Macron, tenuto conto della carenza di presenza locale del movimento En Marche!, dovrebbe fare peggio alle parlamentari.

Di solito in Francia il voto delle presidenziali viene confermato nelle legislative. Ma se si estrapolano I risultati del primo turno basandosi sulle 577 costituenti (Opinion Way, Harris Interactive, Atlantico) è da considerare come alta la probabilità di uno stallo parlamentare. Significa che il prossimo presidente, sia esso Macron o Marine Le Pen, dovrà fare affidamento su una coalizione di governo o un governo di minoranza. Questo renderà difficile l’approvazione di leggi in aula.