FMI: PIL si contrarrà del 12,8% nel 2020 a causa della pandemia

24 Giugno 2020, di Alessandra Caparello

Riviste al ribasso le stime della crescita italiana da parte del Fondo monetario internazionale. L’istituto nel dettaglio prevede che il PIL nel 2020 si contrarrà del 12,8%, ovvero 3,7 punti percentuali in più rispetto al -9,1% delle previsioni di aprile e nel 2021 è stato rivisto al rialzo al +6,3%, 1,5 punti percentuali in più rispetto a quanto previsto in aprile.

Sale anche il debito pubblico a causa del coronavirus e dopo il 134,8% del 2019  è atteso salire al 166,1% del pil quest’anno e per poi calare al 161,9% nel 2021.