Fmi: da Brexit rischi consistenti per economia del Regno Unito

13 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

Al coro delle voci scettiche sull’opportunità della Brexit si è unita quella del Fondo monetario internazionale, per il quale l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea potrebbe avere “effetti negativi e consistenti” sulla crescita economica. Il Fmi si è espresso in occasione del consueto “colpo d’occhio” sull’economia britannica, precisando che la Brexit provocherebbe un prolungato periodo d’incertezza in grado di detronizzare Londra dal centro della finanza globale.
Secondo il Fmi il Pil britannico crescerà nel 2016 meno del 2%, mentre nel medio periodo il ritmo dovrebbe assestarsi al 2,25%.