Fideuram: nel I sem. utile balza a 646 mln, masse amministrate raggiunge livello record

6 Agosto 2021, di Redazione Wall Street Italia

Il consiglio di amministrazione di Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking (Gruppo Intesa Sanpaolo) ha approvato la relazione Semestrale al 30 giugno 2021 che vede l’utile netto consolidato salire a 646 milioni di euro, in crescita del 54% rispetto ai primi sei mesi del 2020.

Alla fine di giugno le masse amministrate dal Gruppo Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking si sono attestate a 326,9 miliardi, in aumento di 23,5 miliardi (+8%) rispetto al 31 dicembre 2020, raggiungendo il livello più elevato registrato nella storia del gruppo. L’analisi per aggregati evidenzia come la componente di risparmio gestito sia risultata pari a 211 miliardi (196,9 miliardi a fine 2020, +7%), pari al 65% delle masse amministrate.

Nei primi sei mesi del 2021 l’attività delle reti distributive ha registrato un’eccellente performance commerciale realizzando una raccolta netta di oltre 8,5 miliardi, in crescita del 36% rispetto all’analogo semestre del 2020. L’analisi delle componenti mostra come la raccolta netta di risparmio gestito, per 5,7 miliardi, sia risultata in forte crescita (+3,9 miliardi) rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno (1,8 miliardi) anche grazie – spiega la società – all’attività dei private banker che hanno orientato i flussi di risparmio della clientela verso prodotti a più elevato contenuto consulenziale. La raccolta netta di risparmio amministrato è risultata di 2,8 miliardi contro i 4,5 miliardi nel primo semestre 2020.