Fideuram: nei 9 mesi totale masse amministrate al record di 331 mld, utile netto in forte crescita

8 Novembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Alla fine di settembre 2021 le masse amministrate dal Gruppo Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking risultavano pari a 330,9 miliardi, +9% rispetto al 31 dicembre 2020, raggiungendo il livello più elevato registrato nella storia del Gruppo.
La crescita delle masse rispetto alla fine del 2020 è stata realizzata sia grazie all’eccellente risultato di raccolta netta, pari a 11,9 miliardi, sia per effetto della performance di mercato che ha inciso positivamente sui patrimoni per 15,3 miliardi.
L’analisi per aggregati evidenzia come la componente di risparmio gestito sia risultata pari a 213,6 miliardi (+8%), pari al 65% delle masse amministrate.
Lato conto economico, nei primi nove mesi del 2021 le commissioni nette sono risultate pari a 1.558 milioni (+11%), mentre il margine di interesse, pari a 161 milioni, ha evidenziato una flessione di 34 milioni.
Il Cost/Income ratio è sceso al 33% (+3%) con l’utile netto consolidato è risultato pari a 882 milioni (+42%). Al netto della componente non ricorrente l’utile netto si sarebbe attestato a 718 milioni (+15%), rappresentando comunque il miglior risultato dei primi nove mesi di sempre.
I coefficienti patrimoniali si posizionano molto al di sopra dei livelli minimi richiesti dalla normativa: il Common Equity Tier 1 ratio è risultato pari a 17,0% e il Total Capital ratio pari a 17,2%.