Fed, Rosengren: rialzo dei tassi sia “senza fretta”

17 Febbraio 2016, di Alberto Battaglia

I rialzi dei tassi, previsti nel corso del 2016 dalla Federal Reserve dovrebbero procedere “senza fretta”, è questa l’opinione di Eric Rosengren, predidente della Fed di Boston. Fra le ragioni di dubbio sono comprese le turbolenze sui mercati internazionali e il timore che possano ripercuotersi sul livelli d’inflazione statunitense. Secondo Rosengren le stesse previsioni sull’economia americana, dati gli attuali prezzi del petrolio andrebbero riviste al ribasso.
“Se l’inflazione è più lenta nel suo ritorno al target, la normalizzazione della politica monetaria dovrebbe essere fatta senza fretta” ha dichiarato il policymaker della Fed, “un approccio più graduale è una risposta appropriata ai venti contrari provenienti dall’estero, che rallentano le esportazioni, e alla volatilità finanziaria che innalza il costo dei fondi per molte imprese”.