FED: per State Street un rialzo dei tassi resta lontano

12 Dicembre 2019, di Mariangela Tessa

“Come unanimemente previsto, il FOMC ha lasciato in sospeso i tassi nell’ultima riunione del 2019. Inoltre, sempre come ampiamente atteso, i “dots” per il 2020 sono stati rivisti al ribasso di un livello, all’1,625%, in linea con l’attuale livello dei tassi, il che implica che nel 2020 non è previsto alcun cambiamento per I Fed Funds” ha scritto in una nota, Lee Ferridge, responsabile Multi-Asset Strategy per le Americhe di State Street Global Markets.

“Come il FOMC ha recentemente e più volte affermato, una possibile ripresa dei rialzi dei tassi è lontana, mentre un’ulteriore riduzione richiederà un nuovo peggioramento delle prospettive economiche e/o una maggiore incertezza del mercato (probabilmente legata a un ritorno di possibili cattive notizie sul fronte della guerra commerciale). Tutto sommato, la Fed è tornata a un atteggiamento “paziente” e questo probabilmente significa un maggiore range di negoziazione per il dollaro americano e rendimenti dei Treasury a più lungo termine. Finché la liquidità si manterrà sugli attuali livelli nel breve termine, le azioni dovrebbero continuare a offrire rendimenti positivi nelle prossime settimane, guerra commerciale permettendo”.