Fca, Manley: coronavirus potrebbe fermare uno stabilimento in Europa

6 Febbraio 2020, di Alberto Battaglia

Le conseguenze del coronavirus potrebbero colpire anche uno stabilimento Fiat Chrysler in Europa, lo ha detto il ceo del gruppo automobilistico, Mike Manley, in un’intervista rilasciata al Financial Times:

“Se la situazione continua a peggiorare ci potrebbe essere il rischio di dovere fermare uno stabilimento in Europa nelle prossime due-quattro settimane”. Si tratterebbe di una conseguenza dovuta ai rallentamenti subiti da quattro fornitori, che metterebbero a rischio gli approvvigionamenti di uno stabilimento il cui nome non è stato rivelato dall’ad.

“Abbiamo identificato il problema. Ci vorranno tra due e quattro settimane per capire se la fornitura per uno dei nostri stabilimenti in Europa sarà interrotta”. La società verificherà se sarà possibile ottenere i componenti necessari da altri fornitori non colpiti dalle conseguenze dell’epidemia scoppiata in Cina.