Eurozona: Pil in frenata nel quarto trimestre (+0,1%). Nel 2019 crescita a +1,2%

10 Marzo 2020, di Mariangela Tessa

Torna in frenata il Pil del quarto trimestre sia nella zona euro che nella Ue-27: l’aumento è di appena lo 0,1% trimestrale  (+0,3% nel trimestre precedete), a fronte del + 0,2% dell’Ue. E’ la stima flash di Eurostat, che per l’intero 2019 ha indicato una crescita del Pil dell’eurozona a +1,2% e nella Ue all’1,5% dopo +1,9% e +2,1% rispettivamente nel 2018.

Tornando al quarto trimestre, l’Italia, con -0,3%, è penultima in Ue, prima della Finlandia il cui Pil cala dello 0,4%. La Germania è ferma, la Francia scende di 0,1%. Finlandia, Italia e Francia sono gli unici in territorio negativo.

Il Paese che nel quarto trimestre del 2019 ha registrato la crescita maggiore è la Romania (+1,5%), seguito da Lituania (+1,3% e Ungheria (+1%). Rispetto al quarto trimestre del 2018, è l’Italia ferma a zero in fondo alla classifica e l’Ungheria al top con +4,6%.