Eurozona: il Pil cede il 12,1% annuo nel secondo trimestre

31 Luglio 2020, di Alberto Battaglia

Il colpo della crisi-Covid si è fatto sentire in tutta Europa:  nel secondo trimestre quasi tutti i Paesi Ue, analizzati dalle stime preliminari di Eurostat, hanno registrato un calo del Pil a doppia cifra. Il bilancio complessivo è stato del -12,1% nell’Eurozona e del -11,9% nell’Ue. “Sono di gran lunga i ribassi più netti mai osservati dall’inizio delle serie storiche avviate nel 1995”, ha precisato Eurostat. Nel primo trimestre il Pil dell’Ue19 era sceso del 3,6% mentre la contrazione era stata del 3,2% nell’Ue27.

I due Paesi più colpiti nel secondo trimestre sono stati la Spagna (-22,1%) e la Francia (-19%), seguite dall’Italia (-17,3%).