Eurostat: italiani sempre più poveri. Ecco le Regioni più in crisi

14 Marzo 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Gli italiani sono diventati nel corso del tempo sempre più poveri visto che hanno perso, il 2008 ed il 2014, oltre mille euro di ricchezza, passando da 27.600 a 26.500 euro all’anno. A rendere noti questi dati l’Eurostat, l’istituto di statistica europeo, secondo cui la media del PIL pro capite è aumentata di 1.500 euro, passando da 26 mila a 27.500 euro all’anno.

Tra le Regioni, a perdere ricchezza è soprattutto il Lazio, dove la perdita è di 16 punti, seguito dalla Liguria con 14 punti, il Piemonte che è passato da 113 a 100, la Lombardia passa da 138 a 126, il Friuli Venezia Giulia da 112 a 101, l’Emilia Romagna da 127 a 117 e infine le Marche, da 102 a 92. Al Sud, la Campania è crollata da 70 a 6, la Calabria è passata da quota 65 a 59, la Sicilia da 69 a 62, la Puglia da 66 a 63, la Basilicata da 75 a 69, la Sardegna da 78 a 72 e infine il Molise da 81 a 75.

A fare un salto in avanti sono invece la Provincia autonoma di Bolzano, che segna un +6,4% e Valle d’Aosta, con un +3,4%, mentre la Provincia autonoma di Trento scende appena dello 0,29% a 33.900 euro. Possono contare invece su un tenore di vita più ricco della media europea pugliesi e toscani.