eSport: raccolta record per il Video Gaming and eSport ETF di VanEck

30 Giugno 2020, di Redazione Wall Street Italia

Dalla quotazione su Borsa Italiana a giugno del 2019, il VanEck Vectors Video Gaming and eSports UCITS ETF ha beneficiato dello sviluppo positivo nel settore dei videogiochi e degli eSport – un settore che offre ulteriori prospettive di crescita per il futuro.

“Siamo molto soddisfatti delle prestazioni del nostro Video Gaming and eSport ETF”, afferma Martijn Rozemuller, responsabile europeo di Vaneck. “In controtendenza, l’ETF ha saputo sfidare le forti perdite di cambio generali verificatesi in primavera. Di conseguenza l’ETF Video Gaming and Esports aveva già raggiunto i 100 milioni di euro nell’aprile 2020, dieci mesi dopo il suo lancio. Il volume ha continuato a crescere fino ai circa 330 milioni di euro di oggi.

“Soprattutto durante la pandemia legata al coronavirus, tuttora in corso, assistiamo a una forte crescita nell’industria dei videogiochi e degli eSport perché in tutto il mondo le persone, private dei contatti interpersonali e delle opportunità di praticare sport, hanno iniziato a gareggiare e a stabilire contatti digitali attraverso i videogiochi.
Questo sviluppo dà una spinta all’intero settore, che viene accettato meglio e promette ulteriori prospettive per il periodo successivo alla crisi”, afferma Martijn Rozemuller, responsabile europeo di Vaneck. “Al contempo non vanno trascurati i rischi di un investimento in imprese che si occupano di videogiochi ed eSport: queste imprese dipendono fortemente dalla tutela dei brevetti e potrebbero essere soggette a limitazioni normative in fatto di sicurezza informatica e protezione dei dati”

Gli eSport non sono più un argomento di nicchia

Un esempio recente della crescente diffusione degli eSport è stata la versione virtuale della 24 ore di Le Mans che si è tenuta a giugno 2020, quando la gara sul leggendario tracciato francese è stata rinviata a causa della pandemia. I grandi degli sport reali a due e quattro ruote, come Max Verstappen, Fernando Alonso o Rubens Barrichello, insieme a poco meno di altri 200 piloti, hanno partecipato alla gara che è stata seguita da oltre 14 milioni di persone in diretta streaming e su emittenti televisive di tutto il mondo.

Gli sviluppi del settore prima dell’emergenza da coronavirus dimostrano tuttavia che il crescente interesse per il mercato dei videogiochi e per gli eSport non è solo legato alle attuali restrizioni ai contatti personali. “Anche prima dell’emergenza, il segmento degli eSport aveva registrato una crescita media annua delle vendite del 28% sin dal 2015″, afferma Rozemuller. Anche se prima o poi il coronavirus sarà soltanto un ricordo, dopo l’emergenza il settore godrà di un’accoglienza migliore e quindi avrà un maggiore potenziale di crescita”, ha dichiarato Martijn Rozemuller.

VanEck Vectors Video Gaming and eSports UCITS ETF offre agli investitori la possibilità di seguire la performance complessiva delle imprese che operano prevalentemente nel settore dei videogiochi e/o degli eSport. Il suo obiettivo è riprodurre nel modo più fedele possibile l’andamento delle quotazioni e dei rendimenti (al netto di spese e commissioni) dell’MVIS® Global Video Gaming and eSports Index. L’indice riproduce la performance del settore globale dei videogiochi e degli eSport seguendo l’approccio “pure play”, ovvero includendo solo imprese che al momento dell’ingresso nel portafoglio generano oltre il 50% del loro fatturato da videogiochi e/o eSport.