Erdogan chiede scusa a Putin per l’abbattimento del caccia russo

28 Giugno 2016, di Alessandra Caparello

BEIRUT (WSI) – Arrivano le scuse della Turchia alla Russia per l’abbattimento del caccia russo al confine con la Siria avvenuto il 24 novembre dello scorso anno.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha ristabilito le relazioni diplomatiche con lo Stato ebraico e poi, tramite  il suo portavoce, Ibrahim Kalin, ha espresso “profonda tristezza” per l’abbattimento del caccia russo. In una lettera inviata a Putin, il presidente turco ha anche espresso il cordoglio per i pilota rimasto ucciso.

 “Voglio dire ancora una volta che condivido il lutto della famiglia del pilota russo e offro le mie condoglianze. Mi scuso per questo”.