Eni: accordo per consegna carico di GNL Carbon Neutral alla CPC Corporation, Taiwan

6 Agosto 2021, di Redazione Wall Street Italia

Eni e CPC Corporation, Taiwan hanno raggiunto un accordo per la consegna da parte di Eni di un carico di GNL carbon neutral alla CPC Corporation, Taiwan, presso il terminale di ricezione di Yung An (Taiwan). Il GNL sarà fornito dall’impianto di liquefazione di Bontang in Indonesia nel quadro del contratto di Eni con Eni Muara Bakau B.V., la joint venture operata da Eni che possiede e gestisce il giacimento di gas Jangkrik. Lo rende noto il Cane a Sei Zampe indicando che il carico sarà certificato come Carbon Neutral secondo lo standard riconosciuto a livello internazionale PAS2060*. Nel quadro dell’operazione, le emissioni GHG associate all’intera catena del valore del carico di GNL, includendo la produzione di gas, la trasmissione, la liquefazione, il trasporto, la rigassificazione, la distribuzione e l’uso finale, saranno compensate attraverso l’acquisto di crediti aderenti agli standard di certificazione più elevati basati su progetti di conservazione delle foreste.

Si tratta di un’operazione miliare per Eni, che mostra come l’azienda stia procedendo nella strategia di decarbonizzazione, creando al contempo valore per il proprio portafoglio GNL attraverso progetti di capitale proprio. Grazie alla strategia di lungo termine, Eni mira a raggiungere la totale decarbonizzazione dei prodotti e delle operazioni entro il 2050, con obiettivi intermedi di riduzione delle emissioni nette GHG lungo il ciclo di vita del 25% entro il 2030 e del 65% entro il 2040 rispetto al 2018.