Enel torna sul mercato con green bond

14 Gennaio 2019, di Mariangela Tessa

Enel torna sul mercato dei capitali con un green bond in euro con scadenza luglio 2025. Il bond a 6,5 anni, partito oggi, prevede il pagamento di una cedola a tasso fisso dell’1,125% e ha un prezzo di emissione del 99,184%, per un rendimento effettivo a scadenza dell’1,225%, che corrisponde a un premio di 47 punti base sopra il tasso midswap, dopo un’iniziale guidance di rendimento in area 65 punti base sul midswap, poi rivista in area 50.

Le prime indicazioni di prezzo sono per uno spread di 155-160 punti base sopra il tasso midswap. Il rating + Baa2 da parte di Moody’s, BBB+ da parte di S&P e BBB+ da parte di Fitch.

L’operazione vede impegnate Banca Akros, Banca Imi, Bank of America, Credit Agricole, Caixabank, Commerzbank, Credit Suisse, Ing, JpMorgan, Mediobanca, Raiffesen Bank, Societe Generale, Ubi e Unicredit.

Rispetto alle obbligazioni tradizionali, le emissioni “verdi” sono destinate, come noto, a progetti e a investitori con un focus particolare su sostenibilità ambientale e climatica.