Egitto: autobomba davanti a hotel nel Sinai, Isis rivendica attentato

24 Novembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Sei morti e 14 i feriti. Sarebbe questo il bilancio provvisorio dell’attacco da parte di un commando di almeno tre attentatori questa mattina davanti a un hotel di al-Arish, nel Sinai del Nord (Egitto) dove alloggiavano giudici incaricati di monitorare le elezioni parlamentari in corso in Egitto.

Tra le vittime ci sono due giudici della Commissione elettorale, incaricati di controllare lo spoglio delle schede per le amministrative che si sono concluse in Egitto lunedì sera. Si tratta di Amr Moustafa Hosni, sottosegretario del procuratore generale, e di Omar Mohamed Hammad, sottosegretario del Consiglio di Stato.

L’Isis, attraverso il suo gruppo affiliato in Egitto Wilayat Sinai, ha rivendicato l’attentato. In un comunicato via twitter i terroristi hanno affermato di avere condotto l’operazione per “vendicarsi dell’arresto da parte dell’esercito apostata di alcune donne musulmane”.