Edilizia, Ance: “Il 2016 occasione persa per il rilancio”

7 Luglio 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI)- Ancora non è terminato ma già arrivano i primi bilanci e sono negativi per il settore immobiliare. Secondo l’Osservatorio congiunturale Ance,  il 2016 è stato un’occasione mancata per il rilancio edilizio. Nei primi quattro mesi dell’anno, l’indice di produzione è stato altalenante con l’occupazione in calo del 3,5%, facendo così perdere da inizio 2008 ad oggi quasi 580mila posti di lavoro. Centomila le imprese che sono uscite dal mercato.

A pesare sul settore nel 2016, secondo l’Ance soprattutto la bassa stima di crescita di opere pubbliche (0,4%) con il calo del numero di bandi e delle gare. L’Ance rende noto inoltre la drastica riduzione dei permessi di costruire nel 2016 che porterà inevitabilmente al calo degli investimenti in nuove case del 3,4% rispetto al 2015. A crescere solo gli investimenti in riqualificazioni degli immobili  e questo grazie alle detrazioni fiscali prorogate fino al 31 dicembre 2016 dall’ultima Legge di Stabilità.