Duterte (Filippine): basta con gli Usa. Ora asse con Cina e Russia contro il mondo

21 Ottobre 2016, di Laura Naka Antonelli

“E’ tempo di dire addio” alla presenza di militari Usa nelle Filippine. Lo ha detto il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte, nell’annunciare la separazione del suo paese dagli Stati Uniti, in occasione della sua visita in Cina.

Duterte ha usato parole decisamente forti:

“Siete stati nel mio paese per i vostri unici interessi. E’ il momento di dire addio, amici miei. Basta con l’interferenza degli americani. Basta con le esercitazioni (militari) americane”. E ancora: “Non andrò mai più in America. Sarei solo insultato”.

Duterte ha parlato anche di un asse tra Cina, Filippine e Russia.

“L’America ha perso. Mi sono riallineato al vostro flusso ideologico (quello della Cina) e probabilmente mi recherò anche in Russia per parlare con il presidente Vladimir Putin e dirgli che ora ci siamo noi contro il mondo: Cina, Filippine e Russia. Questa è l’unica strada”.