Dopo fusione debutto rally per titolo Banco BPM, Brembo rientra nel Ftse Mib

2 Gennaio 2017, di Laura Naka Antonelli

Sull’indice Ftse Mib di Piazza Affari, sbarca il titolo Banco BPM, dopo la fusione che è avvenuta nella giornata di ieri tra le due popolari BP (Banco Popolare) e BPM (Banca Popolare di Milano).

Si è svolta proprio ieri la prima riunione del cda di Banco Bpm che, sotto la presidenza di Carlo Fratta Pasini, ha nominato i due Vice Presidenti del Consiglio di Amministrazione, Guido Castellotti e Maurizio Comoli. Nominati anche l’amministratore delegato Giuseppe Castagna, il direttore generale Maurizio Faroni, e i due condirettori generali, Domenico De Angelis e Salvatore Poloni.

Buona la performance del titolo che, nel suo primo giorno di contrattazioni, balza di oltre +4% a 2,386 euro. La fusione tra le due banche consente a Brembo di rientrare nel listino del il Ftse Mib di Piazza Affari.

Da segnalare come il titolo Brembo ha chiuso il 2016 attestandosi sui suoi massimi storici a 58 euro, con un balzo su base annua del 30% circa. Le quotazioni di Brembo guadagnano al momento l’1,5% circa.