Deutsche Bank: per la Cina “ripresina” nel breve periodo. Il 2016 andrà peggio

25 Gennaio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – L’economia cinese tirera’ un sospiro di sollievo nel  nel primo trimestre, ma nel complesso il 2016 si preannuncia come  un anno ancora più difficile rispetto allo scorso anno.

La pensano così gli analisti di Deutsche Bank, secondo cui le nuove manovre espansive annunciate dalle autorità monetarie con l’obiettivo di promuovere la crescita risulteranno dannose nel lungo periodo, ponendo le basi per ulteriori pressioni al ribasso sulla crescita e, di conseguenza, di un ulteriore allentamento della politica.

Il riferimento e’ soprattutto alle cosiddette società “zombie”, quelle in perdita da tempo. “Si tratta di un circolo vizioso in cui le decisioni politiche a breve termine peseranno sulle prospettive di crescita a più lungo termine”.

Nel breve termine, Deutsche ritiene che la crescita economica dovrebbe stabilizzarsi grazie al rimbalzo delle vendite nelle aste che, a loro volta, dovrebbero generare un aumento temporaneo delle entrate fiscali.