Deutsche Bank, Moody’s taglia rating su questi bond. Due livelli appena sopra “junk”

24 Maggio 2016, di Laura Naka Antonelli

Unicredit non è l’unica, tra le banche europee, a essere attentamente monitorata nelle contrattazioni di oggi. Focus anche sul colosso bancario tedesco Deutsche Bank, dopo la decisione di Moody’s di tagliare al ribasso il rating sui bond senior non garantiti a “Baa2”, a un livello superiore al rating “junk” di appena due gradini.

Moody’s ha citato la debole performance finanziaria della banca numero uno in Germania, sulla scia dei bassi tassi di interesse e a causa dell’incertezza finanziaria globale, che dovrebbe continuare a zavorrare i suoi risultati.

Rivisto al ribasso anche il rating sui depositi di lungo termine. In questo caso, il taglio è stato di un gradino, al rating “A3”.

Per Moody’s, “è improbabile che Deutsche Bank riesca a centrare i suoi obiettivi di redditività, a meno che non si verifichi un miglioramento concreto e sostenuto del contesto operativo”.

I rating lasciano pensare, aggiunge l’agenzia di rating, che nel 2016 Deutsche Bank farà fronte a “una perdita modesta”, ma a “notevoli” costi legali.

Contestualmente, è arrivata la notizia della decisione di una corte d’appello Usa di ripristinare le cause civili antitrust contro 16 banche, inclusa Deutsche Bank, per presunta manipolazione dei tassi Libor.