Deficit Italia, scarto tra Ue e Governo dipende da meno fiducia su entrate

5 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – Il leggero “scarto” tra le stime di deficit e prodotto interno lordo nominale tra la Commissione europea da una parte e il governo italiano dall’altro dipende dal calo di ottimismo sulle entrate fiscali.  A sottolinearlo il commissario Ue agli affari economici Pierre Moscovici alla conferenza stampa di presentazione delle nuove previsioni macro-economiche della Commissione UE.

Il commissario cerca così di giustificare le diverse stime del rapporto deficit/Pil espresse ma non fornisce ulteriori indicazioni in merito alla valutazione del disegno di legge di Stabilità, la manovra economica 2016 dell’Italia.