Dato su inflazione Usa non scalfisce azioni e bond, il commento di eToro

13 Aprile 2021, di Alberto Battaglia

Le azioni americane continuano a marciare in territorio positivo nonostante il tasso d’inflazione si sia rivelato superiore alle attese a marzo (al momento l’S&P 500 è su dello 0,11%).

“Nonostante i prezzi stiano aumentando un po’ più velocemente del previsto, non è stata la brutta sorpresa che molti temevano”, ha commentato il market analyst di eToro, Adam Vettese, “quando l’inflazione supera le aspettative, di solito vediamo aumentare i rendimenti delle obbligazioni perché gli investitori si preoccupano di un aumento dei tassi di interesse prima del previsto. Tuttavia, oggi è successo il contrario e, allo stesso tempo, l’S&P500 e il Nasdaq sono saliti. Questo ci dice che gli investitori credono alla Federal Reserve quando dice che è disposta a un’economia fuori giri per il momento, nel tentativo di assicurare la ripresa economica. Ciò dovrebbe fornire un vento di coda per le azioni statunitensi nelle prossime settimane, oltre a sostenere il recente rimbalzo dei titoli tecnologici. Ci aspettiamo che l’attenzione del mercato si sposti ora sull’inizio della cruciale stagione degli utili Usa di domani, guidata dai titoli finanziari, dove ci aspettiamo una crescita degli utili di oltre il 25% su base annua”.