Crisi Siria, Nazioni Unite accusano Russia di crimini di guerra

26 Settembre 2016, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – E’ scontro tra le Nazioni Unite e la Russia per la crisi in Siria. Matthew Rycroft, ambasciatore del Regno Unito presso le Nazioni Unite accusa il Cremlino di aver sganciato le bombe nella parte orientale di Aleppo dove vivono migliaia e migliaia di civili.

“Bombe anti-bunker, adatte a distruggere le installazioni militari, stanno ora devastando case, decimando rifugi, ferendo e uccidendo decine di civili (…) è difficile negare che la Russia stia collaborando con il regime siriano di effettuare crimini di guerra”.

Rincara la dose l’ambasciatore degli Stati Uniti, Samantha Power.

“Quello che la Russia sta sponsorizzando e facendo non è la lotta al terrorismo. È la barbarie”.

Dal canto suo il governo di Mosca, tramite l’inviato Vitaly Churkin, ha accusato l’opposizione moderata della rottura del cessate il fuoco, elogiando al contempo il regime di Assad che a suo dire “utilizza solo la forza aerea per ottenere i terroristi fuori della città, con vittime civili minime”.