Credit Suisse punta sulla Borsa Usa: “contenti di scalare muro della paura”

20 Marzo 2017, di Daniele Chicca

Dopo le previsioni pessimiste di Goldman Sachs, RBC Capital Markets e JP Morgan sull’azionario statunitense, Credit Suisse ha deciso di prendere la strada opposta. In un report contrarian, l’analista della banca svizzera Andrew Garthwaite ha annunciato l’innalzamento del target sull’indice S&P 500 della Borsa Usa per metà anno e fine anno a 2.400 punti e quota 2.500 da 2.300 e 2.350, rispettivamente.

Lo strategist dice di preferire in generale gli asset rischiosi e i titoli della Borsa ai bond quest’anno, sottolineando di essere ben contento in questo clima di incertezza di “scalare il muro della paura”.