Credit Suisse boccia Piazza Affari a “underweight”

5 Marzo 2018, di Mariangela Tessa

Gli analisti di Credit Suisse diventano più pessimisti sull’azionario italiano. All’indomani delle elezioni politiche, gli esperti della banca svizzera hanno tagliato ad “underweight” il rating su piazza Affari anche alla luce della sovraperformance (pari al 5%) realizzata da listino milanese fino ad oggi rispetto all’Europa.

“Il rischio piú grande  è che uno stallo prolungato sullo scenario politico italiano rallenti o addirittura blocchi le riforme necessarie per il Paese: è proprio la loro mancanza che, da anni ormai, ci fa essere prudenti sull’azionario italiano’.

Secondo gli analisti, invece, non ci sono grandi rischi di un’uscita dell’Italia dall’euro o peggio di un default sul debito sovrano. Tra le principali criticità che emergono dalle elezioni, ci sono una eventuale coalizione Lega Nord-Cinque Stelle con una prospettiva anti europea.