Credibilità annientata. Numero uno Bank of Japan parla: crolla dollaro-yen

28 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Dopo il nulla di fatto della Bank of Japan confermato dalla diffusione del comunicato di politica monetaria, prende la parola nel corso di una conferenza stampa Haruhiko Kuroda, numero uno della banca centrale del Giappone.

Ma interessante è la reazione dello yen, che continua ad apprezzarsi. Ora il rapporto dollaro/yen cede quasi -3%, a JPY 108,19.

 

Il dollaro accentua così i ribassi. Rivolgendosi alla platea dei giornalisti, Kuroda ha affermato che la banca centrale utilizzerà la massima forza in caso di bisogno. A tal proposito, sottolinea che alcuni indicatori mostrano che la liquidità in yen si è contratta, sebbene in misura lieve.

Inoltre, aggiunge, le banche hanno assistito a utili a elevati livelli grazie all’iniezione ripetuta di liquidità arrivata con le misure di quantitative easing durate tre anni.

Detto questo, la Bank of Japan ha sottolineato che “esistono grandi rischi al ribasso sull’outlook economico” e, anche, che l’indice dei prezzi al consumo, dunque l’inflazione rimarrà attorno allo zero per il momento.

Per i mercati, che avevano scommesso su un ulteriore bazooka monetario da parte del Giappone, le parole di Kuroda alimentano la sensazione che la banca centrale sia esitante a rendere ancora più negativi i tassi di interesse