Covid: spread sui tamponi in Europa, costi più cari in Italia rispetto a Germania e Francia

26 Agosto 2021, di Redazione Wall Street Italia

Spread a rovescio tra Italia e Germania riguardo i prezzi dei tamponi per rilevare il Covid. Se in Italia i tamponi rapidi costano sugli 8 euro, in Germania solo 3,75 euro. “Un fatto grave” lo definisce il Codacons, “e ancor più grave pensando che ai cittadini tedeschi spetta un test rapido gratuito una volta alla settimana (due volte per insegnanti e studenti che frequentano corsi in presenza)”. Considerando anche il differenziale in termini di reddito pro capite tra i due Paesi, l’iniquità è evidentissima. E non è la sola: basti pensare che il test Pcr per individuare la presenza del coronavirus, gratuito per i francesi, viene fatturato in media tra i 60 e gli 80 euro in Italia.

“Come si motiva questa differenza, per un prodotto identico, in Europa? Quali scuse possono avanzare le società che in Italia producono questi tamponi per giustificare un tale sovra-prezzo? E cosa fanno le istituzioni, di fronte a casi del genere, che penalizzano i cittadini italiani?”, si chiede il Codacons. Nell’attesa di risposte, l’associazione chiede alle istituzioni di avviare un monitoraggio dei prezzi applicati su prodotti e servizi legati al Covid-19, oggetto – non solo negli ultimi mesi – di fisiologica attenzione da parte dei cittadini. In un momento del genere è ancora più importante garantire prezzi equi per i tamponi, e in linea con gli standard europei.