Confindustria conferma timida ripresa Mezzogiorno: Pil +0,7% nel 2017

27 Dicembre 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Proseguono i timidi segnali di ripresa per l’economia del Mezzogiorno. Le stime curate da Confindustria e Srm (centro studi collegato al gruppo Intesa Sanpaolo), confermano infatti il miglioramento delle prospettive dell’economia meridionale per il 2016: per la prima volta dall’inizio della crisi, tutti e cinque gli indicatori utilizzati (Pil, export, occupazione, imprese e investimenti) fanno registrare valori positivi.

Secondo il Check up di Confindustria e Srm la ripresa già avviata nel 2015 dovrebbe proseguire nel 2016, sia pure più lentamente (+0,5%) rispetto all’anno prima quando il Pil era cresciuto nelle regioni meridionali più che nel resto del Paese (+1,1% contro lo 0,6% del Centro Nord).

Le previsioni per il 2017 (+0,7%) vedono proseguire questa moderata espansione. Tra i segnali positivi c’è il miglioramento della produttività del manifatturiero anche in modo più consistente che al nord: +3,5% conto il +2,2%. Continua poi a crescere nel terzo trimestre del 2016 il numero delle imprese con un saldo positivo al Sud di +0,5%: circa 9mila aziende in più.