Commissione Ue: giù le stime sul Pil britannico, pesa rischio Brexit

3 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

“Complessivamente i rischi sulle prospettive sono orientati al ribasso, a riflesso di una domanda esterna meno favorevole e dell’incertezza all’avvicinarsi del referendum di giugno”, così la Commissione europea sugli scenari futuri innanzi all’economia del Regno Unito: il rischio di Brexit può minare i piani di investimento delle imprese britanniche. Nelle previsioni economiche della Commissione Ue la crescita britannica è stata rivista al ribasso con un incremento del Pil che dovrebbe attestarsi nel 2016 all’1,8%, rispetto alla precedente stima al 2,1%; la crescita nel 2017, invece, è prevista all’1,9%. Driver della crescita saranno i consumi delle famiglie, mentre le esportazioni resteranno indietro “a causa delle condizioni incerte nei maggiori partner commerciali” e per i rischi geopolitici.