Cina pronta a “togliersi i guanti” contro Trump

16 Gennaio 2017, di Alberto Battaglia

La Cina è pronta “a togliersi i guanti” e adottare le misure forti contro la nuova amministrazione Trump se le provocazioni contro la politica della “Cina unica” (“One China”) che riconosce in qualche modo la sovranità nazionale di Taiwan, non cesseranno subito. Lo hanno detto due giornali a guida statale cinese. Dopo la telefonata con la leader di Taiwan, Tsai Ing-wen, Donald Trump ha dichiarato venerdì scorso in un’intervista rilasciata al Wsj che la politica della “One China” sarà oggetto di negoziati.
China Daily ha commentato con le seguenti parole:

“Se Trump è determinato ad usare una volta entrato in carica, un periodo di durezza e di interazioni dannose sarà inevitabile, siccome Pechino non avrà scelta se non quella di togliersi i guanti”

The Global Times, altro tabloid statale cinese, ha scritto di “forti contromisure” contro il tentativo del presidente eletto Usa di minacciare il principio della Cina unica: “la madrepatria cinese combatterà senza pietà quanti difendono l’indipendenza di Taiwan”.