Cina, calo record per le riserve valutarie a dicembre

7 Gennaio 2016, di Alberto Battaglia

Le riserve di valuta straniera detenute dalla Pboc, le più grandi del mondo, hanno registrato cali record sia nell’ultimo mese del 2015 sia nell’anno complessivo, diminuendo rispettivamente di 107 miliardi di dollari a dicembre e di 512,66 miliardi nell’arco dei 12 mesi. E’ quanto si apprende dai dati ufficiali trasmessi dalla banca centrale della Cina.

A fronte della fuga di capitali dal Paese la banca centrale sta cercando di moderare le pressioni sul cambio, pur lasciando svalutare improvvisamente lo yuan in agosto e, in maniera più graduale, a partire da fine ottobre. L’intervento massiccio sulle riserve non sarà sostenibile sul lungo periodo, il che lascia presagire che le svalutazioni della moneta cinese potrebbero continuare.