Camusso sull’Ape: “Nessuno accetterà di pagare per smettere di lavorare

30 Settembre 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – “E’ uno strumento finanziario. Non credo che i lavoratori italiani pensino di indebitarsi per andare in pensione”. E’ quanto ha dichiarato a Repubblica il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso sull’anticipo pensionistico (Ape) in una intervista a ‘Repubblica’.

Sull’intesa raggiunta con il Governo, Camusso ha poi detto: “Non è un accordo, ma un verbale di sintesi”, specificando che “in un verbale di sintesi ci sono i diversi punti di vista. E in quello che abbiamo sottoscritto ci sono le differenze: noi, per esempio, siamo contrari all’Ape, all’anticipo pensionistico con il prestito bancario “.